Le canzoni (un po’ tristi) dei miei Natali passati

I Natali dei vent’anni, di quando a casa ti sentivi lontana e la tua casa era quella con i coinquilini, un po’ più fredda, un po’ più sporca, piena di superalcolici. Dove era bello sentirsi sola e non sentirsici mai.
Natali di amori finiti e di amori che si confondevano con i brividi di Dicembre.
Natali con alberelli storti, pieni di luci, e sudate fuori dalle discoteche, litigate sui marciapiedi e risate sulla strada verso la casa di qualcuno.

Soundtrack (per gente malinconica, da sentire fino al 1° dell’anno, dopo no dai)

0 comments on “Le canzoni (un po’ tristi) dei miei Natali passati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *