venerdì iper produttivo

Come rendere il venerdì un giorno iper produttivo

Il venerdì può essere un giorno produttivo? A prima vista sembra di no. Ma deve esserlo! Ecco perché

La settimana sta procedendo e il venerdì si avvicina. Piccolo spiraglio di vita dopo giorni e giorni di autofustigazione alla scrivania. Ma. C’è un ma. Il venerdì arriva e ci tocca lavorare. Ma chi ce la fa??
Rimanere concentrati sul lavoro è impossibile, già si respira l’aria del weekend, d’estate ancora di più. L’aperitivo in Darsena ti aspetta, stai messaggiando su whatsapp per organizzare una grigliata, vino o birra? Salamelle o costine? Ma un concerto non c’è sabato sera? i quesiti sono molteplici e pensi di poter lavorare intanto?
Certo che no. Ma intanto il venerdì è lì e dobbiamo lavorare, dobbiamo liberarci di tutto il peso del lavoro per poter staccare davvero nel weekend. Quindi sì, il venerdì deve essere una giornata produttiva, no di più, una giornata iper produttiva, anzi, la giornata più produttiva di tutta la settimana!!
Ehm. Come?

Questa è la mia strategia. E funziona.
Sono un FUCKING GURU del venerdì produttivo!

Partiamo dalle basi: Non rimandare!

Il venerdì si tende a rimandare tutto. La tentazione che avrai sarà di posticipare tutte le sole che ti arrivano. Il tuo capo ti ha chiesto un riepilogo dei dati del progetto. Hai un articolo noiosissimo da scrivere. E’ arrivata un’email che non vuoi nemmeno aprire. Il tuo cervello ti spingerà a rimandare tutto dopo pranzo: ma sì, meglio stare tranquilli, è venerdì, mangio qualcosa e poi mi ci metto con calma e risolvo tutto. NOOOOO!!!!
L’ultima cosa che dovete fare il venerdì è procastinare.
Sveglia presto, se puoi quel giorno inizia un po’ prima del solito, magari prima delle 9.30 che è l’orario in cui tutti più o meno si attivano. E poi usa tutta la tua freschezza mentale e le tue energie per toglierti le menate dalla tua to do list!

Punto 2: gioca di anticipo!

No a riunioni/incontri/appuntamenti/colazioni/pranzi/aperitivi/eventi di venerdì. Non esiste. Perderete minuti preziosi e vi ritroverete alle 16.22 senza aver ancora concluso niente!

Chiudi le cose a metà

Se sei come me avrai nella to do list una serie di piccole cose che hai già fatto, ma non del tutto. Infilare le immagini in una presentazione, due fatture da emettere per chiudere la contabilità, un piano editoriale da chiudere. Sono lì, a metà, perché ti sembra di non avere mai tempo per finire. Il venerdì pomeriggio è il momento giusto: se il mattino devi concentrare le energie per le grosse sole, il pomeriggio sarà il momento giusto per spuntare la to do list di tutte le cazzatine che sono rimaste a metà.
Un’altra cosa da venerdì? Le email! Io come sapete non sono una da “email a zero”. Sono dell’idea che se non l’ho letta c’è un motivo, ma, diciamo che se c’è un momento per fare pulizia e rispondere alle cose più semplici quello è il venerdì pomeriggio.

Guarda avanti!

Per ultimo dedica un’oretta alla prossima settimana. Sistemando tutte le piccole cose della tua to do list di sicuro ti verranno in evidenza le cose importanti su cui concentrarti la prossima settimana. Riordina al volo le idee e datti delle priorità per il lunedì, sarà una grandiosa soddisfazione arrivare dopo il weekend e non dover pensare “E ora? Dove cxxxo ero rimasta?”

E poi… ciao!

Diciamocelo, ok produttività, ma dopo una settimana a dare e prendere calci in culo forse è il caso di concedersi davvero una pausa!
Pensate che tutti gli sforzi della giornata serviranno solo a questo… staccare prima!! No work dopo le 16! Ciao mondo!

 

 

0 comments on “Come rendere il venerdì un giorno iper produttivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *