Perché andare a Merano (a parte per lo speck e i mercatini di Natale)

Merano no, non è solo Mercatini di Natale (anche se nella classifica dei Mercatini Merano viene per prima, prima di Brunico e di sicuro prima di Bolzano). Merano  non è neanche solo una città, ma è un territorio con miliardi di alberi di meli, un clima sempre mite, prodotti dalla qualità altissima, sì, sancita anche da un Marchio, ma soprattutto sancita dalle nostre papille gustative.
Ecco perché è bello andare a Merano, anche fuori dalla stagione più conosciuta che è quella natalizia, fatta di vin brulè e stazioni sciistiche.

La merenda altoatesina

No, lo so, ho detto a parte lo speck. Ma la merenda alto atesina non è solo speck. E’ un tagliere di  cetriolini, che più buoni non ne ho mai mangiati, formaggi delle malghe, pane Schüttelbrot e per finire salsa al rafano (io ho adorato quella mischiata con panna montata fresca)
Il miglior tagliere (e anche il miglior canederlo) l’ho mangiato da Gasthofo Berlechne http://www.gasthofoberlechner.com/

Le biciclette gratis

Si noleggiano, gratis, in stazione.
E in giro trovi le pompe per gonfiare le ruote.

Passeggiate

Veniamo al dunque. Anche partendo comodamente dal centro di Merano è possibile iniziare dei percorsi bellissimi.
E anche se avete i bimbi piccoli non dovete rinunciare al piacere di una bella passeggiata fino a una malga o intorno a un laghetto, anche con il passeggino.
Qui trovate alcuni percorsi.

Il panorama

Basta poco. Di solito anche cinque minuti di auto. E da qualsiasi maso, ristorante, ci ritrova davanti a un paesaggio pazzesco.

Il Toerggelen

Una tradizione tipica alto atesina. Che parla del prendersi il tempo giusto per godersi i prodotti dell’autunno, le castagne, l’uva, lo speck e per condividerli con gli amici, di sera, nelle cantine o sotto i pergolati di vigne.
Io credo che solo per questo sarebbe da andare ogni Autunno.
Mi permetto anche di consigliare una cantina dove festeggiare il Toerggelen: il ristorante Trafflerhof, http://www.restaurantrafflerhof.com dove sono stata una sera di fine estate a mangiare canederli di ortica con formaggio fuso. Non dico altro!

1 comment on “Perché andare a Merano (a parte per lo speck e i mercatini di Natale)

  1. Pingback: Insalata di tarassaco: la ricetta originale dal maso trentino Zmailer-Hof

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *