Senza guardarmi intorno

Portami al sole,
vestimi del colore dei giorni più lontani,
come una gruccia in fil di ferro che dimagrisce
la presenza scenica di ogni vestito,
di qualsiasi costume.
Insegnami a vivere,
ché ancora non ho capito.
Saziami spolpami ingoiami e poi
lasciami stare,
coprimi con un cappotto marrone,
abbandonami fra le foglie lungo il viale;
arriverò di nuovo qui,
vicino alla terra,
fra queste gemme precoci.

0 comments on “Senza guardarmi intorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *