Anobii, i social network e i bambini

“Secondo i dati diffusi dalla Internet Security Company AVG, negli Stati Uniti d’America, oltre il 92% dei neonati e dei bambini al di sotto dei 2 anni, già possiede un’identità on line sui social network ed un indirizzo e-mail, oltre ad essere già presente su almeno un blog” (from iochatto)
Poi sembra che anche in Italia l’81% abbia già un profilo su qualche socialnetwork. Mi sembra una percentuale altissima,quasi irreale… o no?

Gabriele è presente in tutti i miei profili, ho un animo da #mammablogger, ma ho anche un animo discontinuo.
Per questo motivo credo non riuscirei mai a seguire anche i suoi di profili oltre ai miei.

Però a volte pratico delle attività maniacali, soprattutto la notte, tipo: faccio pulizia nelle mail, riordino tutte le cartelle sul pc, mi limo le unghie con la lima a sei facce, sistemo le liste di twitter, ora anche le cerchie di google+ e poi pulisco le librerie, quelle reali e quelle virtuali… Allora l’altra notte ho combinato due pensieri maniacali e ne è venuto fuori il profilo di Anobii di Gabriele.
I giudizi sono i suoi… non abbiamo sempre gli stessi gusti.
Però tutti e due leggiamo a letto

visita il mio blog castagnamatta.blogspot.com

3 comments on “Anobii, i social network e i bambini

  1. Ma dai…va bene se tu nel tuo profilo parli di tuo figlio…ma creare un suo profilo…non so, mi pare esagerato.
    Ma forse quando avrò un figlio cambierò idea…

  2. Bello il profili su Anobii…mi piace moltissimo!

    Brina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *