welcome-to-the-jungle-wallpaper

Welcome to the jungle we got fun n’ games

Giornalisti che aprono blog perché hanno paura di perdere il posto caldo sulla sedia delle riviste dove sono assunti da 200 anni, e poi dicono “anche se alla fine, sai com’è, ma con il web non si guadagna niente, è una bolla, è solo una chimera”  (una chimera)
Uffici stampa che ti dicono che fanno anche “il digital” ma poi non hanno mai letto un blog (e si capisce, quando mandate certe email…) per non parlare di quando così, per simpatia, ti chiedono una mano a recuperare nomi, indirizzi, contatti. Pure in target eh. E ovvio, gratis.
Web agency che hanno sempre fatto solo siti web e ora si propongono come social media agency. Perché sai, i siti in flash non si sa com’è ma non li vuole più nessuno.  E poi i clienti cosa ne sanno, nella parola WEB c’è tutto.
Poi i colossi: il nuovo posizionamento di Pagine Gialle. Paura.

Non avevo capito che reinventarsi volesse dire “fingo di saper fare altro tanto prima o poi qualcuno ci casca”.

Un po’ giungla, un po’ circo.

A saperlo.

 

5 comments on “Welcome to the jungle we got fun n’ games

  1. Sono d’accordo con te ma posso dirti che è un problema di tutti i settori. C’è tanta gente che si improvvisa a fare lavori e professioni. Ma non è la crisi, lavoro da 30 anni ed è così. Sopratttutto per le professioni “umanistiche”, chiamiamole così. Come se non si potessero misurare i risultati di un articolo scritto, di una campagna di comunicazione etc. Si misurano eccome! In Inghilterra li misurano! In America li misurano! In Giappone?!! Eh. In Italia no.

  2. Ti adoro, sallo.
    Ogni volta che passa la pubblicità di Seat rabbrividisco: non bastano gli sfaceli che hanno fatto vendendo siti… ora parlano anche di Ads e Adwords.
    A volte mi sembra più circo che giungla però…

    • Sabina Montevergine

      Silvia, ce la faremo! 😀

      Io mi ci vedo come domatrice di leoni, nel circo!

  3. Per par condicio…aggiungo anche “blogger che si sentono premi Nobel per la letteratura”…della serie “cioè, perché io sai..il mio pubblico..siccome che sono una influencer eh!”. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *